Magalda, linguaiolo e altre parole altrimenti smarrite

14 Mag

Questa raccolta di cose che l’uomo ha detto e che oggi non si dicono più è animata da uno spirito più ludico che filologico. Si è costruita assecondando i percorsi suggeriti dalle parole stesse nel loro raccontarsi e alla base della loro struttura c’è un particolare ticchio: quello di poter leggere un vocabolario come se fosse un libro.

E’ un libro da tenere sul comodino e sfogliare tutte le sere per imparare una parola magica prima di andare a dormire. E’ anche un libro per sorridere, motteggiare, recitar versetti e stupirsi dell’eloquenza del lessico. Il libro delle parole altrimenti smarrite di Sabina D’Alessandro contiene 150 coppie di parole in disuso combinate per forma o concetto, suddivise in sezioni.

Ci sono i riboboli, derivato da girigogoli, “motti bizzarri e lambiccati”; ci sono elencazioni di ticchi e orrori, le parole dell’amore e di altri esizi, gli esempi di ingiurie e i cataloghi capizucca coticoni Ci sono tantissime parole composte -che sono le mie preferite- e ci sono deviazioni e francesismi (ho sempre sognato di esser definita tartinabile).

Non vorrei esagerare nel citarvi i termini perché il libro ha una forza propria che va al di là della riduzione in poche righe. Basti sapere che l’elenco di Sabrina D’Alessandro è un risquitto rigenerante dalla malalingua della televisione, degli sms, delle mail di lavoro. E’ un ristoro per la mente stanca e riporta alla dimensione essenziale dello scrivere e del parlare: la bellezza.

Il libro delle parole altrimenti smarrite è edito da Rizzoli e contiene una prefazione di Stefano Bartezzaghi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: