Supergiusti, supertosti, superveri. Supernoi.

10 Ott

Mi sono divertita molto nel provare a tracciare il confine tra realtà e fantasia. Il libro di Silvestro Ferrara, giustamente, non si spiega (bravo Silvestro!) e ci butta immediatamente dentro le storie di questi eroi o supereroi o volevamo-essere-eroi contemporanei,  che sono appunto supergiusti, supertosti e superveri.

Argomento: vivo circondata da fumetti, per lo più Marvel e DC. Come da profilo sociologico ammetto che no, i fumetti di supereroi non sono miei. Tuttavia me li ritrovo ovunque: impilati in dispensa tra il muesli bio e i cereali al cioccolato, infilati tra gli specchi della doccia (coperti da adeguata plastichina impermeabile, ovviamente), usati come decorazione da esterni tra le peonie e il gelsomino. Sono anche certa che il mio compagno abbia provato a imbottirci il materasso, per poi rinunciare per il timore che si spiegazzassero troppo.

Non che si limiti a questo: sono stata anche opportunamente addestrata a vedere film di supereroi e, come è ovvio, ho anche dovuto recuperare tutti i primi capitoli delle saghe per capire al meglio i successivi e oggi posso darvi la mia opinione personale su Il Ritorno del Cavaliere Oscuro – che so dividere le masse, ma che io ho preferito agli Avengers. Di cui a casa abbiamo tutte le pin e le calamite. 

Insomma viviamo, noi, in compagnia di eroi in mantello che ho iniziato a conoscere per nome anche nei quiz difficili per nerd di livello elevato (facile? avete provato quelli con tutti gli X-men?). Proprio per questo ho apprezzato molto Supergiusti, supertosti, superveri. Perché ci dice che la festa è ancora più ampia e ci sono ancor più paladini in calzamaglia, anche se il loro scopo principale è talvolta quello di spiare le coppiette al parco. Perché non siamo soli a cercare segnali in un cespuglio con i rami spezzati o in un’ombra contro la luna. E a credere in quel che diceva lo zio Ben.

Silvestro questo lo racconta in modo molto, molto spassoso –ho letteralmente riso a bocca aperta più volte– ma soprattutto lo fa con la leggerezza di chi non si fa problemi a sfumare un po’ i confini tra racconto e fatti – salvo poi presentare una solida linkografia. E ci rende vicini questi eroi quotidiani, con la maschera fatta in casa e il mantello che si impiglia. Che si muovono meglio in un mondo di simboli bianchi o neri.

Che non temono i gatti neri e i bulli di quartiere. E che, come noi, come Andrea Pazienza, sospirano forte: bah, la realtà.

Annunci

Una Risposta to “Supergiusti, supertosti, superveri. Supernoi.”

Trackbacks/Pingbacks

  1. CaratteriMobili » SUPERGIUSTI SUPERTOSTI SUPERVERI - ottobre 10, 2012

    […] La Brocheuse: link […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: